WORLD TRADE CENTER
Drammatico - USA - 2006 - Paramount Pictures



  • Regia
    Oliver Stone
  • Cast
    Nicolas Cage, Michael Pena, Jay Hernandez, Armando Riesco, Maria Bello, Maggie Gyllenhaal, Donna Murphy, Patti D'Arbanville, Danny Nucci, Maria Helan, Brad William Henke
  • Sceneggiatura
    Andrea Berloff
    (dalle tesatimonianze dei sopravvissuti e loro familiari: John McLoughlin, Donna McLoughlin, William Jimeno, Allison Jimeno)
  • Musica
    Craig Armstrong
  • Fotografia
    Seamus McGarvey

  • Durante l'attacco aereo alle torri gemelli dell'11 Settembre 2001, due agenti rimangono intrappolati sotto le macerie. Si salvano grazie ai soccorsi esterni.
    Insolito film per Oliver Stone, regista d'idee liberali e da sempre reazionario alla politically correct hollywoodiana, qui all'unisono con ideali da lui sempre rigettati. Descrive la gloria interiore del suo popolo e racconta i tragici fatti dell'11 Settembre attraverso la visione universale, quella della famiglia e degli affetti. E', difatti, una cronistoria sul "presente", la cui centralitÓ Ŕ rappresentata dai due agenti rimasti intrappolati nelle macerie e miracolosamente sopravvissuti, dalle opere di soccorso, dalla trepidante e poi liberatoria attesa dei familiari. Lo spirito della gente supera qualsiasi attacco e ogni forma di bestialitÓ congenita alla follia; il superamento di un disastro di tali proporzioni Ŕ dato appunto dalla forza interiore del singolo, che in nome della libertÓ e dell'amore pu˛ sconfiggere chiunque. Il film Ŕ tutto nell'enfasi di questo messaggio; la retorica Ŕ presente in ogni circostanza, ma l'assetto di base Ŕ notevole, lo sviluppo narrativo accalora e anche se gli attori non valgono nulla (Nicholas Cage deprimente), la storia Ŕ raccontata sul filo della suspance, come se gli eventi narrati possano improvvisamente tralasciare gli accadimenti reali per addentrarsi nella normale fantasia filmica, dove poi, la sensazione si ricongiunge obbligatoriamente alla veritÓ dei fatti. Quindi notevole regia per un film non eccelso, ma sicuramente attraente per i simbolismi, scene, perfetta ricostruzione ambientale, sapiente uso degli effetti speciali, ottimo lavoro degli stunts.

    *****



    original title screen

    original poster


    Original track music
    New York
    0.30 - 236 KB wav
    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena

    scena




    Indice    Home

    Kolossal a confronto - Made in Italy - 2002