Il suo vero nome era Farkasfawi Sâsvari Tóthfalusi Toth Endre Antai Mihály. Nativo dell'Austria-Ungheria (oggi territorio rumeno), regista e sceneggiatore trasferitosi in America nel 1942 per sfuggire alle invasioni naziste in Europa. Studia legge alla Reale Università di Budapest e ben presto, appassionato di cinema, sviluppa esperienze sui set ungheresi dove agisce come assistente di regia in quattro film per poi, nel 1939, dirigerne personalmente cinque. Nel 1940, prima di trasferirsi in Inghilterra, ha modo di filmare, avventurosamente, l'entrata delle truppe germaniche nella conquistata Polonia. In Gran Bretagna cura la seconda unità in Il libro della jungla, prodotto dalla London di Alexander Korda, suo connazionale. Trasferitosi a Hollywood, si lega con contratto alla Columbia e opera prima da sceneggiatore e poi da regista per film popolari ma sempre improntati da vene drammatiche come nel caso dei noir Acque scure e Tragedia a Santa Monica o dei drammi Nessuno sfuggirà, Disonorata e Furia dei tropici. Per De Toth l'importanza del fattore visivo è imprescindibile in ogni lavoro. Il significato espressionista, anche banale, di un singolo elemento, racchiude in senso figurato l'intero motivo conduttore della pellicola. Uno stile personale e avvenirista che lo premia anche nella fase successiva della sua carriera, quando rivolge l'attenzione al b-western, genere sottovalutato ma che esprime in talune circostanze la vera genuinità di un prodotto ricavato con pochi artifici e spesa al minimo nel cast. Proprio negli anni '50 si evidenziano i migliori lavori del regista in ambito western, con Il cavaliere del deserto, L'assedio di fuoco, Notte senza legge, Nuvola nera, La maschera di fango e altri spesso interpretati dall'attore più prolifico in questo settore, Randolph Scott. Sempre nel decennio in corso è autore di film che spaziano tra il crime (La città è spenta, Quando la bestia urla) e l'horror dove, con La maschera di cera mettr in piedi l'archetipo del cinema tridimensionale e ottiene, al tempo stesso, grande popolarità. Negli anni '60 si perde in produzioni italiane di basso profilo, attraversate da peplum di fattezza sconcia come I mongoli e Oro per i Cesari. Con i sette senza gloria del 1968 firma l'ultimo suo lavoro di una certa rilevanza; poi il ritiro, ma temporaneo poiché nel 1987 torna alla regia per l'ultima volta nello sconclusionato horror Terror Night, realizzato per il circuito video. Nel 1962 e nel 1978 è stato regista della seconda unità, non accreditato, rispettivamente per i kolossal Lawrence d'Arabia e Superman. Sposato all'attrice Veronica Lake, che dirige personalmente in La donna di fuoco e Furia ai tropici, dalla quale ha tre figli, Michael, Elaine e Diana. Dopo il divorzio si unisce in matrimonio a Marie Louise Stratton (2 figli, Michelle e Nicolas) e dopo la separazione sposa Ann Green, con la quale rimarrà sino alla fine della propria esistenza.



Terror Night
(1987)
I 7 della gloria
Play Dirty (1968)
Oro per i Cesari
(1963)
I mongoli
(1961)
Morgan, il pirata
(1961)
Spionaggio al vertice
Man on a String (1960)
Notte senza legge
Day of the Outlaw (1959)
I due volti del Generale Ombra
The Two-Headed Spy (1958)
Interpol - Squadra falsari
Hidden Fear (1957)
Quando la bestia urla
Monkey on My Back (1957)
Il cacciatore di indiani
The Indian Fighter (1955)
Cacciatori di frontiera
The Bounty Hunter (1954)
Tanganika
Tanganyika (1954)
L'assedio di fuoco
Riding Shotgun (1954)
La città spenta
Crime Wave (1954)
Per la vecchia bandiera
Thunder Over the Plains (1953)
Lo straniero ha sempre una pistola
The Stranger Wore a Gun (1953)
La maschera di cera
House of Wax (1953)
Nuvola nera
Last of the Comanches (1953)
La maschera di fango
Springfield Rifle (1952)
Nevada Express
Carson City (1952)
Il cavaliere del deserto
Man in the Saddle (1951)
Furia dei tropici
Slattery's Hurricane (1949)
Tragedia a Santa Monica
Pitfall (1948)
Orchidea bianca
The Other Love (1947)
La donna di fuoco
Ramrod (1947)
Veleno in paradiso
Guest in the House (1944 - non accreditato)
Acque scure
Dark Waters (1944)
Nessuno sfuggirà
None Shall Escape (1944)
Passaporto per Suez
Passport to Suez (1943)
Morte infranta
Semmelweis (1940)
Hat hét boldogság
(1939)
Két lány az utcán
(1939)
Öt óra 40
(1939)
Toprini nász
(1939)




NOMINATION ALL'OSCAR
Romantico avventuriero (sceneggiatura)












Tribute Site






Home - Registi

Kolossal a confronto - Made in Italy - 2002