Racconto d'amore
(1944, Love Story)
La Madonna delle sette lune
(1944, Madonna of the Seven Moons)
Ritorno
(1944, Waterloo Road)
Cesare e Cleopatra
(1945, Caesar and Cleopatra)
Zingari
(1945, Caravan)
Un grande amore di Paganini
(1946, The Magic Bow)
Stirpe dannata
(1947, Blanche Fury)
Il capitano Boycott
(1947, Captain Boycott)
Sarabanda tragica
(1948, Saraband for Dead Lovers)
Adamo ed Evelina
(1949, Adam and Evelyne)
La diva in vacanza
(1949, Woman Hater)
Le miniere di re Salomone
(1950, King Solomon's Mines)
Tre soldati
(1951, Soldiers Three)
L'immagine meravigliosa
(1952, The Light Touch)
Scaramouche
(1952)
Il prigioniero di Zenda
(1952, The Prisoner of Zenda)
Inferno bianco
(1952, The Wild North)
Salome
(1953)
I fratelli senza paura
(1953, All the Brothers Were Valiant)
La Regina vergine
(1953, Young Bess)
Lord Brummell
(1954, Beau Brummell)
Fuoco verde
(1954, Green Fire)
I perversi
(1955, Footsteps in the Fog)
Il covo dei contrabbandieri
(1955, Moonfleet)
Sangue misto
(1956, Bhowani Junction)
L' ultima caccia
(1956, The Last Hunt)
L' arma della gloria
(1957, Gun Glory)
La capannina
(1957, The Little Hut)
La tigre
(1958, Harry Black and the Tiger)
Tutta la verità
(1958, The Whole Truth)
Pugni, pupe e pepite
(1960, North to Alaska)
Il complice segreto
(1961, The Secret Partner)
Il giorno più corto
(1962)
Lo spadaccino di Siena
(1962)
Marcia o crepa
(1962)
Sodoma e Gomorra
(1962)
Cinque per la gloria
(1964, The Secret Invasion)
Là dove scende il sole
(1964, Unter Geiern)
Surehand
(1965 Old Surehand)
A 009 missione Hong Kong
(1965, Das Geheimnis der drei Dschunken)
Uccidere a Apache Wells
(1965, Der Ölprinz)
New York Press - Operazione dollari
(1965, The Crooked Road)
Il segreto dei frati gialli
(1966, Das Geheimnis der gelben Mönche)
Spie contro il mondo
(1966, Le Carnaval des barbouzes)
La grande sfida a Scotland Yard
(1966, The Trygon Factor)
Requiem per un agente segreto
(1967)
L' ultimo safari
(1967, The Last Safari)
I quattro dell'oca selvaggia
(1978, The Wild Geese)
Hell Hunters(1986)




(da Scaramouche - 1950)




Web Page



Il suo vero nome era James Lablanche Stewart.

Studi e formazione: 'College' di Epsom - 'Webber-Douglas School of Dramatic Art' di Londra.

Figura amabile e rassicurante, con precoce brizzolatura isolata alle sole tempie che gli concede quel tocco in più di fascino, dal fisico aitante (alto oltre il metro e 90) e viso da aristocratico buono, elementi che ne fanno il protagonista assoluto in ruoli eroici per film avventurosi. Richiestissimo, dal 1950 al 1958 interpreta consecutivamente 16 film di avventura e, tra questi, ben 10 in costume, esclusa la presenza nel kolossal inglese Cesare e Cleopatra (1945).

Debutta in teatro nel 1935 nello stage 'The Cardinal'; due anni dopo è attendente nel Repertory Company di Birmingham e nel 1938 esordisce nel West End attraverso il dramma 'The Sun Never Sets'.

Nel cinema inizia da stunt e in seguito come comparsa in film inglesi; dal 1949 si trasferisce negli USA dove sottoscrive un lungo contratto con la MGM. Nel 1956 ottiene la cittadinanza americana. Cambia nome in Granger per non essere confuso con l'altro grande attore James Stewart.

Il solo attore di Hollywood, assieme a Basil Rathbone, ha saper tirare di scherma da vero professionista. Per la leggendaria sequenza del duello di spada tra lui e Mel Ferrer in Scaramouche (la migliore nella storia del cinema), prese lezioni da un campione olimpionico per circa tre mesi, con duri allenamenti di 4 ore al giorno.

La critica non è mai stata tenera con lui, definendolo spesso e con sarcasmo, un semplice "impiegato di Hollywood". Malgrado negli anni '50 sia stato una vera e propria vedette, non ha mai vinto alcun premio importante se non qualche riconoscimento secondario.

Dagli anni sessanta, con la fine del divismo hollywoodiano, inizia a lavorare per produzioni italiane e tedesche in film di routine a basso costo.

Dal 1970, come altri suoi colleghi della stessa generazione, passa alla TV e qui alterna il lavoro televisivo con quello cinematografico e teatrale; tra le molte performance, da ricordare presente in 24 episodi del tv-series "Il virginiano", nel mini-series "Crossings" e in una puntata de "La signora in giallo".

Nel 1981, scrive un'autobiografia dal titolo "When Sparks Fly Upward".

Torna in teatro nel 189, applaudino nelle due rappresentazioni 'The Circle' e 'Don Juan in Hell'.

Appena arrivato a Hollywood, intraprende una relazione extramatrimoniale con l'attrice Deborah Kerr, conosciuta sul set di Le miniere di Re Salomone (1950).

Muore di cancro alla prostata a 80 anni, nella sua residenza di Santa Monica, in California.

Si è sposato tre volte con due divorzi. Con la caratterista Elspeth March poi deceduta (due figli, Jamie e Lindsay), in seguito con l'attrice Jean Simmons (un figlio, Tracy, famoso tecnico del montaggio) e in ultimo con Viviane Caroline LeCerf (una figlia, Samantha).

Nel 2010, pubblicata in lingua italiana, caso rarissimo per un attore classico americano non contemplato nella lista degli 'eccelsi', un'ottima biografia di 120 pagine a cura dell'autore Berni Oriano dal titolo "Stewart Granger - Un divo in calzamaglia".

Ha detto: - "Sono stato un buon attore per film in costume, ma ho fatto la scelta sbagliata perché attraverso questi personaggi ho deprezzato la mia carriera".




La sua migliore interpretazione
Lord Brummell
Il suo film più famoso
Scaramouche
La sua peggiore performance
Il segreto dei frati gialli



















comments powered by Disqus


Top Star - Home