Un pugno di criminali
(1955, Big House, U.S.A.)
La mano invisibile
1956, Time Table)
Vento di terre lontane
(1956, Jubal)
La storia del generale Houston
(1956, The First Texan)
L'ultima carovana
(1956, The Last Wagon)
Rappresaglia
(1956, Reprisal!)
Quel treno per Yuma
(1957, 3:10 to Yuma)
Duello tra le rocce
(1960, Hell Bent for Leather)
Baciami, stupido
(1964, Kiss Me, Stupid)
Vedovo, aitante, bisognoso d'affetto, offresi... anche babysitter
(1971, Kotch)
Chi ucciderà Charley Varrick?
(1973, Charley Varrick)
Così la vita!
(1986, That's Life!)











Web Page



Il suo vero nome è Olive Dines. Attrice statunitense di cinema e televisione, moglie di Jack Lemmon, in uno dei rari matrimoni tra star più lungo della storia di Hollywood (durato circa 40 anni, fino alla morte di lui), interprete negli anni '50 di western di calibro e nella maturità, di commedie frizzanti, richiesta e diretta da registi di chiara fama. Mora, affascinante, sguardo intenso, carattere energico, dotata del senso dell'humour, sempre calibrato nei momenti richiesti, a soli 14 anni, a New York, sua città natale, modella per costumi da bagno, mestiere che gli consente di pagare laute rette per corsi di danza. Studia e si laurea alla Pennsylvania State University Park, di State College, in Pennsylvania; quindi, si dedica agli spot televisivi e proprio in televisione appare per la prima volta nel 1954, in una puntata del tv-series "The Lone Wolf". L'anno successivo, debutta sul grande schermo nel noir Un pugno di criminali (nei titoli appare con lo pseudo Randy Farr) e a seguito lavora nel thriller La mano invisibile. Firma un contratto breve con la Columbia, cambia nome in Felicia ed è subito protagonista femminile in western di prim'ordine, spesso in ruoli di donne valorose prive di illusioni. Si esalta nei tre film diretti da Dalmer Daves, Vento di terre lontane (1955), L'ultima carovana (1956) e Quel treno per Yuma (1957), dai quali ottiene grande visibilità e un certo successo personale. Dopo l'unione con Jack Lemmon è attrice sul piccolo schermo in numerosi series, ma presto torna al cinema, interprete in commedie graffianti, come Baciami, stupido! (1964), di Billy Wilder, antagonista provinciale di Kim Novak e in Vedovo, aitante, bisognoso d'affetto, offresi... anche babysitter (1971), diretta dal marito nel ruolo della nuora di Walter Matthau. Appare nell'action-crime Chi ucciderà Charley Varrick? (1973), di Don Siegel; segretaria di un boss della finanza sedotta dal gangster Walter Matthau. Chiude la carriera nel 1986, al fianco a Jack Lemmon, nel solo film interpretato in coppia, Così la vita!, dove agisce nella parte di una falsa indovina. Dopo il ritiro, partecipa in diversi special televisivi e nel 1992, è se stessa nel thriller I protagonisti, di Robert Altman, ambientato nel mondo di Hollywood. Sposata due volte con un divorzio; primo matrimonio a 17 anni con l'attore televisivo Lee Farr dal quale prenderà il cognome per la carriera cinematografica (una figlia, Denise, da adulta moglie dell'attore Don Gordon); poi con l'attore Jack Lemmon (una figlia, Courtney).








comments powered by Disqus


Top Star - Home