Le tre sorelle
(1943, The Gay Sisters)
La strega rossa
(1948, Wake of the Red Witch)
I tre moschettieri
(1948, The Three Musketeers)
L'avamposto degli uomini perduti
(1951, Only the Valiant)
Alcool
(1951, Come Fill the Cup)
La città che non dorme
(1953, City That Never Sleeps)
Ore disperate
(1955, The Desperate Hours)
10 in amore
(1958, Teacher's Pet)
Inchiesta in prima pagina
(1959, The Story on Page One)
Il visone sulla pelle
(1962, That Touch of Mink)
Pugno proibito
(1962, Kid Galahad)
Non si uccidono così anche i cavalli?
(1969, They Shoot Horses, Don't They?)
Voglio la testa di Garcia
(1974, Bring Me the Head of Alfredo Garcia)
Hindenburg
(1975, The Hindenburg)








OSCAR
Non si uccidono così anche i cavalli?
(non protagonista)


NOMINATION ALL'OSCAR
Alcool
(non protagonista)
10 in amore
(non protagonista)


GOLDEN GLOBES (USA)
10 in amore (nomination)
Non si uccidono così anche i cavalli?
(Golden Globe)


BAFTA (ING)
Non si uccidono così anche i cavalli?
(nomination)



Web Page



Il suo vero nome era Byron Elsworth Barr. Caratterista di peso, ottimo portamento e dal sorriso attraente, studia al Pasadena Playhouse e si forma in teatro negli anni '30. Fa il suo esordio nel cinema come figurante firmandosi Byron Barr e in altre circostanze cambia nome in Byron Fleming o compare senza accredito in film famosi come Il sergente York, Bombardieri in picchiata e La storia del generale Custer, tutti del 1941. Due anni dopo assume definitivamente il nome d'arte in Gig Young, dopo aver interpretato lo stesso personaggio in Le tre sorelle. Portato a ruoli drammatici, è apprezzabile anche in film western, commedie e polizieschi, spesso chiamato ad interpretare figurazioni di carattere losco. Dalla fine degli anni '50, alterna la sua attività tra cinema e televisione, giungendo nel 1969, a vincere l'Oscar come non protagonista per Non si uccidono così anche i cavalli? Da questo momento entra in una fase depressiva che lo porterà alla tragedia; nel 1978, ultimate le riprese di L'ultimo combattimento di Chen, in preda ad una crisi uccide la sua quinta moglie sposata da neppure un mese, suicidandosi subito dopo. Nella vita si è sposato 5 volte con 3 divorzi: inizialmente con Sheila Stapler, poi con Sophie Rosenstein, matrimonio concluso con la morte naturale di lei nel 1952; in seguito, convola a nozze con Elizabeth Montgomery dalla quale poi si divide per sposare Filane Williams (una figlia, Jennifer). Dopo la separazione con la William sposa l'attrice Kim Schmidt, unione, come accennato sopra, conclusasi tragicamente.










comments powered by Disqus


Top Star - Home