Il suo nome completo era Cecil Blount DeMille, indifferentemente scritto DeMille o De Mille. Insieme a D.W. Griffith (e forse anche più di lui) è considerato il regista monumentale americano, quello delle superproduzioni e il più incline al genere epico-storico, trasmesso nella sua carriera attraverso sontuose realizzazioni colossali. Artisticamente nasce come attore di teatro, seguendo la compagnia mobile fondata da suo padre e con la quale ha spesso lavorato in tamdem al fratello, William Churchill DeMille, commediografo. Passa al cinema muto, dove appare in un solo cortometraggio d'epoca, The Squaw Man del 1914. Nello stesso anno - dopo che nel 1912 aveva fondato lo studios "DeMille Play Company" immediatamente annesso alla "Jesse Lasky Feature Company" - entra nel consorzio Paramount (che sostituì il nome della precedente casa cinematografica) gestito da Samuel Goldwyn e Jesse Lasky, abbandonando definitivamente il ruolo di attore per dedicarsi a produzione e regia; carriera susseguentemente arricchita da altre funzioni come quella di sceneggiatore, montatore e doppiatore (in molti suoi lavori la voce narrante è sua). Spazia un po' in tutti i generi, partendo dal western per completarsi nel film storico d'aspetto biblico-religioso (Giovanna d'Arco, Il Re dei re e I Dieci Comandamenti in epoca del muto e Cleopatra, Il Segno della Croce, I Crociati, Sansone e Dalila, ancora I Dieci Comandamenti nel periodo del sonoro), dove trova la sua triplice dimensione espressiva rappresentata da sfarzosità esteriore, enorme movimento di massa, grandioso spettacolarismo scenico dei set interni, oltre un'attenta analisi storica degli avvenimenti narrati, spesso affidata più a studiosi che non a sceneggiatori di professione. La grande cura del particolare unita all'attenzione nella ricreazione dei costumi d'epoca e degli arredi (solitamente ricavati da esposizioni di pittura classica), sono stati i due grandi aspetti che contribuiscono a rendere sfavillanti anche film di fattura complessiva insignificante. Proprio quest'innata megalomania rivolta al contorno più che al contenuto, ha fatto sì che la quasi totalità dei suoi lavori fosse poi identificata in un vero marchio di fabbrica. Lo sviluppo tematico della maggior parte dei film - comunemente coadiuvati nel soggetto da Jeanie Macpherson - è arricchito da accenti che richiamano violenza, erotismo assai rappresentato e poco latente, desiderio di vendetta e bramosia incontrollata. Probabilmente l'archetipo dei film correnti, ma da lui rappresentati in un'epoca dove la censura controllava non solo le immagini ma anche i dialoghi; quindi, per questo, un vero innovatore e libero artista capace di rappresentare simbolismi reali nell'innata curiosità dello spettatore. Potente amministratore e uomo di punta dello star-system, autorevole personaggio della Paramount, si circonda tra centinaia di tecnici e operatori, oltre i migliori attori. Per un film, attraverso un metodo calcolato, fa volare il budget produttivo ad altissimi costi per poi, tramite una capiente stesura pubblicitaria, ricavarne il doppio, se non il triplo, del denaro investito. Oltre i citati kolossal storico-biblici, da ricordare le maxiproduzioni per film avventurosi; da La conquista del west a I filibustieri, da La via dei giganti a Giubbe rosse, da Vento selvaggio a Gli invincibili, fino al bellico-drammatico La storia del Dottor Wassel e il circense Il più grande spettacolo del mondo. Durante gli anni del maccartismo, si è sempre schierato dalla parte del senatore promotore della "caccia alle streghe" contro artisti sospettati d'ideali di sinistra o filo-comunisti. Nel 1950 recita se stesso nel film di Billy Wilder, Viale del tramonto, percependo 10.000 dollari per 3 minuti d'apparizione. Termina la sua attività di regista nel 1956 con il già citato I Dieci Comandamenti e nel 1958 si ritira definitivamente dalle scene dopo aver prodotto I bucanieri (remake del suo I filibustieri) dove affida la regia all'attore e suocero Anthony Quinn. Sposato con l'attrice Constance Adams dalla quale ha avuto una figlia, Cecilia, attrice scomparsa nel 1984; nel corso del lungo matrimonio la coppia ha poi adottato altri tre figli: Katherine, Richard e John.



Dieci comandamenti (The Ten Commandments, 1956)
Il più grande spettacolo del mondo (The Greatest Show on Earth, 1952)
Sansone e Dalila (Samson and Delilah, 1949)
California's Golden Beginning (1948 - documentario)
Gli invincibili (Unconquered, 1947)
La storia del dottor Wassel (The Story of Dr. Wassell, 1944)
Vento selvaggio (Reap the Wild Wind, 1942)
Giubbe rosse (North West Mounted Police, 1940)
La via dei giganti (Union Pacific, 1939)
I filibustieri (The Buccaneer, 1938)
La conquista del west (The Plainsman, 1936)
I Crociati (The Crusades, 1935)
Cleopatra (1934)
Quattro persone spaventate (Four Frightened People, 1934)
La nuova ora (This Day and Age, 1933)
Il segno della croce (The Sign of the Cross, 1932)
Naturich, la moglie indiana (The Squaw Man, 1931)
Madame Satan (Madam Satan, 1930)
Dinamite (Dynamite, 1929)
Donna pagana (The Godless Girl, 1929)
Walking Back (1928, non accreditato)
Il Re dei re (The King of Kings, 1927)
The Volga Boatman (1926)
The Road to Yesterday (1925)
The Golden Bed (1925)
Feet of Clay (1924)
Triumph (1924)
I Dieci comandamenti (The Ten Commandments, 1923)
Adam's Rib (1923)
Manslaughte (1922)
Saturday Night (1922)
Fool's Paradise (1921)
The Affairs of Anatol (1921 - non accreditato)
Forbidden Fruit (1921)
Something to Think About (1920)
Why Change Your Wife? (1920)
Male and Female (1919)
For Better, for Worse (1919 - non accreditato)
Don't Change Your Husband (1919)
The Squaw Man (1918)
Till I Come Back to You (1918)
We Can't Have Everything (1918)
Old Wives for New (1918)
The Whispering Chorus (1918)
The Devil-Stone (1917)
Nan of Music Mountain (1917 - non accreditato)
L'ultima dei Montezuma (The Woman God Forgot, 1917)
The Little American (1917 - non accreditato)
A Romance of the Redwoods (1917)
Lost and Won (1917 - non accreditato)
Joan the Woman (1917)
The Dream Girl (1916)
Maria Rosa (1916)
The Heart of Nora Flynn (1916)
The Trail of the Lonesome Pine (1916)
The Golden Chance (1915)
Temptation (1915)
The Cheat (1915)
Chimmie Fadden Out West (1915)
Carmen (1915)
Kindling (1915)
Chimmie Fadden (1915)
The Arab (1915)
The Wild Goose Chase (1915)
The Captive (1915)
The Unafraid (1915)
The Warrens of Virginia (1915)
After Five (1915)
The Girl of the Golden West (1915)
The Ghost Breaker (1914)
Rose of the Rancho (1914)
The Man from Home (1914)
What's His Name (1914)
The Virginian (1914)
The Call of the North (1914)
The Man on the Box (1914 - non accreditato)
The Only Son (1914)
The Master Mind (1914 - non accreditato)
Brewster's Millions (1914)
The Squaw Man (1914 - non accreditato)




OSCAR
Oscar alla carriera (1950)
Il più grande spettacolo del mondo (film e regia)
Premio Irving Thalberg (1953)


NOMINATION ALL'OSCAR
I Dieci Comandamenti (film)

GOLDEN GLOBES (USA)
Il più grande spettacolo del mondo (regia - Golden Globes)
Premio Cecil B. De Mille (1952)


FESTIVAL DI CANNES (FRA)
Il più grande spettacolo del mondo (film e regia - Palma d'oro)












OFFICIAL SITE





Home - Registi

Kolossal a confronto - Made in Italy - 2002