Titolo originale:
A Summer Place

Anno:
1959

NazionalitÓ:
USA

Produzione:
Warner Bros. Pictures

Genere:
Drammatico

Durata:
2 ore e 10 minuti
(Durata orig.: 2 ore e 13 minuti)

Divieto:
Minori di 16 anni
Delmer Daves   
title screen

Regia:
Delmer Daves

Cast:
Richard Egan, Dorothy McGuire, Sandra Dee, Arthur Kennedy, Troy Donahue, Constance Ford, Richard Deacon

Sceneggiatura:
Delmer Daves
(dal romanzo di Sloan Wilson)

Fotografia:
Harry Stradling

Musica:
Max Steiner


Miliardario americano con moglie e figlia trascorre le vacanze al mare, in un albergo posto su un isola e amministrato da una coppia con figlio. Tra i due ragazzi scoppia l'amore ma è ostacolato dai genitori che nel frattempo sono alle prese con ricordi del passato. L'industriale ha ritrovato la sua ex fiamma giovanile: la proprietaria dell'hotel.
Scritto, prodotto e diretto da Dalmer Daves, è un melodramma di intreccio familiare al limite dello strappalacrime, nel quale il regista pone in evidenza, seppur in tono implicito e mai come atto d'accusa, il ritratto dell'America ricca, lussuosa, progressista e avvenirista, ma anche puritana e bigotta, priva del senso umano, intestardita nella ricerca del benessere assoluto. La storia è facile e anche velocemente narrata; porge lo sguardo in quell'universo sessuale ancora inibito, esemplifica i personaggi adulti attraverso caricature possenti, descrive per sommi capi adulterio e amori giovanili, segnala i vari stati di corruzione compresi l'uso di alcol e droghe. Attori affermati, ottime inquadrature del veterano Harry Stradling e indimenticabile score musicale di Max Steiner, per molto tempo al primo posto di tutte le hit discografiche. Grande successo di pubblico.



Lo scandalo
Criticato per la sua inclinazione disfattista, portata a disintegrare la sacralità familiare, fu accorciato dalla censura in tre minuti di sequenze per tutte le situazioni allusive a rapporti sessuali e tenerezze adolescenziali, pur senza alcun accenno di nudità; viste oggi assolutamente banali e ma all'epoca considerate fonte di scandalo insopportabile. In Italia, vietato ai minori di 16 anni, fu aspramente biasimato dai cattolici e da tutta la corrente conservatrice, special modo a riferimento della divisione tra marito e moglie e il conseguente problema del divorzio, assolutamente impensabile nel sociale italiano fine anni '50. Testimonianza di un epoca che nel contemporaneo appare più che passata.

Clamore dello scandalo:  

(Minimo: Medio: Massimo: )




comments powered by Disqus


image

image

image

image

image

image



original poster
(Video Clip)
Original Track Music

(1.00)


Indice - Home Page





Kolossal a confronto - Made in Italy - 2002