I 9 di Dryfork City
Stagecoach (1966)
I 4 di Chicago
Robin and the 7 Hoods (1964)
Astronauti per forza
The Road to Hong Kong (1962)
In due è un'altra cosa
High Time (1960)
Dinne una per me
Say One for Me (1959)
Arriva Jesse James
Alias Jesse James (1959 - non accreditato)
Il jolly è impazzito
The Joker Is Wild (1957 - non accreditato)
Tormento di un'anima
Man on Fire (1957)
Alta società
High Society (1956)
Quadriglia d'amore
Anything Goes (1956)
La ragazza di campagna
The Country Girl (1954)
Bianco Natale
White Christmas (1954)
Il bambino perduto
Little Boy Lost (1953)
Morti di paura
Scared Stiff (1953 - non accreditato)
La principessa di Bali
Road to Bali (1952)
Il sogno dei mie vent'anni
Just for You (1952)
Il figlio di viso pallido
Son of Paleface (1952 - non accreditato)
Il più grande spettacolo del mondo
The Greatest Show on Earth (1952 - non accreditato)
Angels in the Outfield
(1951 - non accreditato)
È arrivato lo sposo
Here Comes the Groom (1951)
Assedio d'amore
Mr. Music (1950)
La gioia della vita
Riding High (1950)
La pietra dello scandalo
Top o' the Morning (1949)
La corte di re Artù
A Connecticut Yankee in King Arthur's Court (1949)
Il valzer dell'imperatore
The Emperor Waltz (1948)
Avventura in Brasile
Road to Rio (1947)
Benvenuto straniero!
Welcome Stranger (1947)
La mia brunetta preferita
My Favorite Brunette (1947 - non accreditato)
Cieli azzurri
Blue Skies (1946)
I cercatori d'oro
Road to Utopia (1946)
Le campane di Santa Maria
The Bells of St. Mary's (1945)
Donne indiavolate
Out of This World (1945 - non accreditato)
Here Come the Waves
(1944)
Il pirata e la principessa
The Princess and the Pirate (1944 - non accreditato)
La mia via
Going My Way (1944)
Dixie
(1943)
Avventura al Marocco
Road to Morocco (1942)
La taverna dell'allegria
Holiday Inn (1942)
Lo scorpione d'oro
My Favorite Blonde (1942 - non accreditato)
Birth of the Blues
(1941)
Avventura a Zanzibar
Road to Zanzibar (1941)
Rhythm on the River
(1940)
Se fosse a modo mio
If I Had My Way (1940)
La danzatrice di Singapore
Road to Singapore (1940)
The Star Maker
(1939)
Un angolo di cielo
East Side of Heaven (1939)
Paris Honeymoon
(1939)
Sing You Sinners
(1938)
Dr. Rhythm
(1938)
Double or Nothing
(1937)
Waikiki Wedding
(1937)
Pennies from Heaven
(1936)
Rhythm on the Range
(1936)
Anything Goes
(1936)
Two for Tonight
(1935)
Mississippi
(1935)
La granduchessa e il cameriere
Here Is My Heart (1934)
Just an Echo
(1934)
Verso Hollywood
Going Hollywood (1933)
Please
(1933)
Too Much Harmony
(1933)
College Humor
(1933)
Sing, Bing, Sing
(1933)
Blue of the Night
(1933)
The Big Broadcast
(1932)
Billboard Girl
(1932)
Dream House
(1932)
One More Chance
(1931)
I Surrender Dear
(1931)
Confessions of a Co-Ed
(1931)
Reaching for the Moon
(1930)
Il re del jazz
The King of Jazz (1930 - cammeo)




(da Il valzer dell'imperatore - 1948)




OFFICIAL SITE



Il suo vero nome era Harry Lillis Crosby.

Studi e formazione: ´Gonzaga High School University´ di Washington.

Amante del jazz e cantante affermato già negli anni trenta, si esibisce alla radio NBC e nei locali notturni interpretando canzoni di stile sentimentale accompagnate da un piacevole timbro di voce, che userà nel cinema anche come accompagnamento off in diversi film.

Nel cinema, la Paramount lo mette sotto contratto per utilizzarlo nelle commedie musicali dove fornisce le prove migliori. In seguito formerà coppia con Bob Hope nella serie di film brillanti-musicali iniziati con Avventura in Brasile nel 1947.

Dallo sguardo romantico, sempre in ruoli incoraggianti, sa districarsi, oltre che nel musical, anche nel dramma e nella commedia.

Con Le campane di Santa Maria, campione d'incassi al box-office nel 1946, Bing Crosby, oltre all'ingaggio percepì una percentuale sugli incassi pari a 350 mila dollari (del 1946). E per 5 anni consecutivi, l'attore fu in testa al Quigley Poll, speciale classifica annualmente aggiornata su personaggi del mondo dello spettacolo in base alla maggiore rendita degli incassi.

Dal 1935 al 1956 è stato assoluto mattatore in programmi radiofonici della NCS, ABS e CBS, con indici di ascolto mai registrati prima per un cantante.

La precoce calvizia, da lui odiata, ha sempre rappresentato un problema per qualsiasi manifestazione. Era solito presentarsi davanti alle cineprese o al pubblico in toupee o, in alternativa, indossando un cappello che manteneva spesso anche durante la notte, mentre dormiva.

Dopo un assenza di circa 20 anni, nell'autunno del 1974, dopo aver subito un intervento chirurgico al polmone, esegue una serie di concerti al Palladium di Londra, dove torna a cantare dal vivo davanti al pubblico. Il successo fu tale, che lo costrinse a replicare l'evento fino al 1977 e non potè proseguire l'impegno soltanto perché morì in quell'anno a seguito di un infarto.

Nel 1952 scrive un autobiografia dal titolo "Call Me Lucky"; ma il figlio Gary, nel 1983 pubblica un testo, "Going My Own Way", feroce ritratto del padre in netto contrasto con l'immagine pubblica dell'attore.

Inizialmente sposato con l'attrice Dixie Lee, deceduta per cancro alle ovaie nel 1952 (4 figli, tutti attori: Gary, Lindsay, morto suicida come l'altro fratello Dennis gemello di Phillip. Nuovo matrimonio con l'attrice Kathryn Grant (3 figli, anche qui tutti attori: Harry, Nathaniel e Mary, quest'ultima abbastanza affermata (The Legend of Zorro, 2005).

È stato amante di numerose attrici: Grace Kelly, Ingrid Bergman, Miriam Hopkins, Joan Bennett, Rhonda Fleming, Mary Murphy, Joan Blondell, Mary Martin, Joan Caulfield, Mona Freeman, Pat Sheehan, Inger Stevens, Yvonne Craig. Inoltre, ha stretto una breve relazione con la danzatrice di teatro Ginger Mehan.

Ha detto: - "Credo che la musica popolare è una delle poche cose buone di questo paese. E dal XX secolo in poi ha fatto sicuramente grandi passi, ma all'indietro.".




La sua migliore interpretazione
La mia via
Il suo film più famoso
Il valzer dell'imperatore
La sua peggiore performance
La gioia della vita










OSCAR
La mia via

NOMINATION ALL'OSCAR
Le campane di Santa Maria
La ragazza di campagna


GOLDEN GLOBES (USA)
Èarrivato lo sposo (nomination)
Premio Cecil B. DeMIlle (1960)


NATIONAL BOARD OF REVIEW (USA)
La ragazza di campagna










comments powered by Disqus


Top Star - Home