Bocca da fuoco
Firepower (1979)
Won Ton Ton il cane che salv Hollywood
Won Ton Ton, the Dog Who Saved Hollywood (1976)
Mafiosi di mezza tacca e una governante dritta
Every Little Crook and Nanny (1972)
Sogni perduti
Head (1968)
Caccia alla volpe
(1966)
I tartari
(1961)
Annibale
(1959)
Il grande circo
The Big Circus (1959)
Kasim, furia dell'India
The Bandit of Zhobe (1959)
La prigioniera del Sudan
Timbuktu (1959)
Selvaggio West
Escort West (1958)
Bambola cinese
China Doll (1958)
Non c'è tempo per morire
No Time to Die (1958)
La strada è bloccata
The Long Haul (1957)
International Police
Interpol (1957)
Zarak Khan
Zarak (1956)
Cacciatori di squali
The Sharkfighters (1956)
Safari
(1956)
L'ultima frontiera
The Last Frontier (1955)
Sabato tragico
Violent Saturday (1955)
Furia indiana
Chief Crazy Horse (1955)
Controspionaggio
Betrayed (1954)
Sinuhe l'egiziano
The Egyptian (1954)
Demetrio e i gladiatori
Demetrius and the Gladiators (1954)
Agente federale X3
Dangerous Mission (1954)
I veli di Bagdad
The Veils of Bagdad (1953)
La Tunica
The Robe (1953)
L'amore che c'incatena
Affair with a Stranger (1953)
Brigata di fuoco
The Glory Brigade (1953)
Androclo e il leone
Androcles and the Lion (1952)
La ninfa degli antipodi
Million Dollar Mermaid (1952)
Something for the Birds
(1952)
La città del piacere
The Las Vegas Story (1952)
I ragni della metropoli
Gambling House (1951)
I'll Get By
(1950 - non accreditato)
La famiglia sottosopra
Stella (1950)
La venere di Chicago
Wabash Avenue (1950)
Sansone e Dalila
Samson and Delilah (1949)
Red, Hot and Blue
(1949)
Il gigante di New York
Easy Living (1949)
L'urlo della città
Cry of the City (1948)
L'assalto
Fury at Furnace Creek (1948)
Il bacio della morte
Kiss of Death (1947)
Rose tragiche
Moss Rose (1947)
Sfida infernale
My Darling Clementine (1946)
Tre ragazze e un caporale
Seven Days' Leave (1942)
Baci carezze e pugni
Footlight Serenade (1942)
Footlight Serenade
(1942)
Follie di New York
My Gal Sal (1942)
Maia, la sirena delle Hawaii
Song of the Islands (1942)
I misteri di Shanghai
The Shanghai Gesture (1941)
Situazione pericolosa
I Wake Up Screaming (1941)
No, No, Nanette
(1940)
I ribelli dei sette mari
Captain Caution (1940)
Sul sentiero dei mostri
One Million B.C. (1940)
La casa delle fanciulle
The Housekeeper's Daughter (1939)




(da Sansone e Dalila - 1949)




Fan Site



Il suo vero nome era Vittorio Maturi.

Studi e formazione: ´St. Xavier High School´ (espulso) - ´Spencerian Business School´ di Louisville (espulso) - ´George H. Tingley School´ di Louisville (espulso) - ´Kentucky Military Insitute´ di Louisville (espulso) - ´Community Playhouse´ di Pasadena.

Attore di fisico muscolare, con arcigne espressioni facciali, ma nei film lontano da personaggi crudeli o minacciosi. Esatto contrario di ciò che era nella vita privata, sugli schermi ha sempre interpretato ruoli drammatici per figure dal fato avverso, pronte al riscatto e sempre dalla parte dei giusti.

Da famiglia di immigrati dal Trentino Alto Adige, padre italiano e madre americana. Carattere duro pronto ad ogni sfida, espulso per indisciplina da 4 scuole, abbandona gli studi a 14 anni per dedicarsi ai più svariati lavori, barman, baby-sitter, venditore di hot dog, lavapiatti, fino a diventare uomo d'affari dopo aver acquistato una quota di un famoso ristorante di Lousville.

Stile di vita spartano. Agli albori della carriera, vive all'interno di una tenda in compagnia di cuccioli di cani e si ciba di scatole di sardine e barrette di cioccolato. Per il suo modo d'agire, è stato ingiustamente accusato di mantenere questo tenore di vita soltanto per richiamare l'attenzione su se stesso.

Si trasferisce in California e, attratto dal mondo dello spettacolo, studia recitazione a Pasadena ed notato dal produttore-regista Hal Roach che lo sceglie subito come protagonista nel fantasy Sul sentiero dei mostri. La popolarità originata da questo film, gli permette di salire rapidamente i gradini del successo e dopo aver risolto i precedenti impegni con la Hal Roach Studios e la RKO, passa alla 20th Fox.

Nel 1941 debutta in teatro, a Broadway, nel musical ´'Lady in the Dark´, dove fa coppia con Gertrude Lawrence, ma già nel 1935 era apparso sui palcoscenici del Pasadena Playhouse per ´Paths of Glory´.

Interrompe l'attività per quattro anni, tanto è il tempo utilizzato per partecipare attivamente alla Seconda Guerra Mondiale come guardia costiera della Marina U.S.

Carattare irrequieto e, a suo modo, anche sincero. Ha sempre manifestato il proprio pensiero o qualsiasi atteggiamento senza mai far ricorso a mezzi termini. Fece un certo scalpore la famosa e lunghissima scoreggia in pubblico, sprigionata con fragore davanti a giornalisti che lo intervistavano prima dell'uscita nelle sale di Sinuhe l'egiziano (1954); si dice, ma non fu mai appurato, che la potenza del flato riuscì a sfondare lo sgabello di vimini sul quale era seduto.

Si è prestato ad ogni genere; dalla commedia al noir al western, ma la posizione centrale del suo score è riconoscibile e contraddistinta nei film kolossal avventurosi di stampo epico-biblico e in quelli di fattura esotica, Sul sentiero dei mostri, Sansone e Dalila, La ninfa degli antipodi, Androclo e il leone, La Tunica, I veli di Bagdad, Demetrio e i gladiatori, Sinuhe l'egiziano, Safari, La prigioniera del Sudan, Zarak Khan.

Dopo Sansone e Dalila, prestato alla Paramount, film di grandissimo successo internazionale e suo più famoso, nel quale sostituì Tyrone Power che rifiutò il ruolo, fu attivato un leggendario sondaggio, per stabilire quale fosse la dimensione del seno più grande, tra il suo e quello della controparte femminile Hedy Lamarr. La vittoria andò a Victor Mature e con largo margine.

Negli anni '60 è protagonista in alcune produzioni italiane pseudostoriche come Annibale di Carlo Ludovico Bragaglia e I Tartari di Ferdinando Baldi. Nello stesso tempo è artefice di una buona prova nel film semi-autobiografico Caccia alla volpe diretto da Vittorio De Sica; tale esperienza lo spinse poi ad interpretare se stesso in Sogni perduti del 1968.

Malgrado tra le attività extra ci fosse anche quella di sponsor per marche di televisori, ha sempre rifiutato ruoli televisivi. Ma nel 1984, quando aveva ormai abbandonato le scene per dedicarsi al golf, sua grande passione, accetta l'implorante richiesta del regista Lee Philips e partecipa in un ruolo secondario nel film-TV "Samson and Delilah", rifacimento televisivo del grande successo del 1949 e sua ultima apparizione.

Repubblicano convinto, nel 1995 sostiene la campagna elettorale di George W. Bush per la carica di Governatore del Texas.

Muore nella sua casa, all'Hollywood Boulevard, colpito da leucemia e cancro alla prostata. Aveva 86 anni.

Cinque matrimoni con tre divorzi e un annullamento: prime nozze con l'attrice Frances Charles, poi con Martha Kemp, quindi Dorothy Stanford Berry, quarto matrimonio con Adrienne Joy Urwick e ultimo con Loretta Serena (una figlia, Victoria).

Tra relazioni o brevi flirt, non si contano il numero di amanti, soprattutto attrici: Rita Hayworth, Lana Turner, Betty Grable, Gene Tierney, Veronica Lake, Debra Paget, Elaine Stewart, Alice Faye, Karen Sharpe, Bella Darvi, Carole Landis, Virginia Field, Buff Cobb, Mari Blanchard, Mildred Shay, Karen Steele, Anne Shirley, Cleatus Caldwell, Mayo Methot, Phyllis Brooks, June Haver e con la ballerina Lili St. Cyr.

Ha detto: - "Se un attore è così preoccupato per la privacy del cazzo, non deve fare l'attore; cazzo!".

Frase irriverente: - "È l'estremo esempio della superbia e della volgarità presente a Hollywood" (W.H. Mooring).




La sua migliore interpretazione
Rose tragiche
Il suo film più famoso
Sansone e Dalila
La sua peggiore performance
L'uomo dinamite


















comments powered by Disqus


Top Star - Home