Afurika monogatari
(1980)
La più bella avventura di Lassie
The Magic of Lassie (1978)
Marlowe indaga
The Big Sleep (1978)
Airport '77
(1977)
Il pistolero
The Shootist (1976)
L'uomo dinamite
Fools' Parade (1971)
Non stuzzicate i cowboys che dormono
The Cheyenne Social Club (1970)
Bandolero!
(1968)
L'ora della furia
Firecreek (1968)
Rancho Bravo
The Rare Breed (1966)
Il volo della fenice
The Flight of the Phoenix (1965)
Shenandoah, la valle dell'onore
Shenandoah (1965)
Erasmo il lentigginoso
Dear Brigitte (1965)
Il grande sentiero
Cheyenne Autumn (1964)
Prendila, è mia
Take Her, She's Mine (1963)
La conquista del West
How the West Was Won (1962)
Mr. Hobbs va in vacanza
Mr. Hobbs Takes a Vacation (1962)
L'uomo che uccise Liberty Valance
The Man Who Shot Liberty Valance (1962)
Cavalcarono insieme
Two Rode Together (1961)
Tempesta sulla Cina
The Mountain Road (1960)
Sono un agente FBI
The FBI Story (1959)
Anatomia di un omicidio
Anatomy of a Murder (1959)
Una strega in paradiso
Bell Book and Candle (1958)
La donna che visse due volte
Vertigo (1958)
Passaggio di notte
Night Passage (1957)
L'aquila solitaria
The Spirit of St. Louis (1957)
L'uomo che sapeva troppo
The Man Who Knew Too Much (1956)
L'uomo di Laramie
The Man from Laramie (1955)
Aquile nell'infinito
Strategic Air Command (1955)
Terra lontana
The Far Country (1954)
La finestra sul cortile
Rear Window (1954)
Tomorrow's Drivers
(1954)
La storia di Glenn Miller
The Glenn Miller Story (1953)
La baia del tuono
Thunder Bay (1953)
Lo sperone nudo
The Naked Spur (1953)
Carabina Williams
Carbine Williams (1952)
Là dove scende il fiume
Bend of the River (1952)
Il più grande spettacolo del mondo
The Greatest Show on Earth (1952)
Il viaggio indimenticabile
No Highway (1951)
La fortuna si diverte
The Jackpot (1950)
Harvey
(1950)
L'amante indiana
Broken Arrow (1950)
Winchester '73
(1950)
Malesia
Malaya (1949)
Ritorno del campione
The Stratton Story (1949)
Devi essere felice
You Gotta Stay Happy (1948)
Nodo alla gola
Rope (1948)
La strada della felicità
On Our Merry Way (1948)
Chiamate Nord 777
Call Northside 777 (1948)
La città magica
Magic Town (1947)
La vita è meravigliosa
It's a Wonderful Life (1946)
American Creed
(1946)
Le fanciulle delle follie
Ziegfeld Girl (1941)
Un sacco d'oro
Pot o' Gold (1941)
Vieni a vivere con me
Come Live with Me (1941)
Scandalo a Filadelfia
The Philadelphia Story (1940)
Non è tempo da commedia
No Time for Comedy (1940)
Bufera mortale
The Mortal Storm (1940)
Scrivimi fermo posta
The Shop Around the Corner (1940)
Partita d'azzardo
Destry Rides Again (1939)
Mr. Smith va a Washington
Mr. Smith Goes to Washington (1939)
Questo mondo è meraviglioso
It's a Wonderful World (1939)
The Ice Follies of 1939
(1939)
Ritorna l'amore
Made for Each Other (1939)
L'eterna illusione
You Can't Take It with You (1938)
The Shopworn Angel
(1938)
Una donna vivace
Vivacious Lady (1938)
Cuori umani
Of Human Hearts (1938)
La vita a vent'anni
Navy Blue and Gold (1937)
L'ultimo gangster
The Last Gangster (1937)
Settimo cielo
Seventh Heaven (1937)
Dopo l'uomo ombra
After the Thin Man (1936)
Nata per danzare
Born to Dance (1936)
Troppo amata
The Gorgeous Hussy (1936)
Speed
(1936)
La provinciale
Small Town Girl (1936)
Important News
(1936 - non accreditato)
Gelosia
Wife vs. Secretary (1936)
Next Time We Love
(1936)
Rose-Marie
(1936)
Ultime notizie
The Murder Man (1935)
Art Trouble
(1934 - non accreditato)




(da Mr. Smith va a Washington - 1939)




OFFICIAL SITE



Il suo nome completo era James Maitland Stewart, noto come Jimmy.

Studi e formazione: ´Academy of Arts´ di Mercersburg - ´Joshua Logan's University Players´ di West Falmouth - ´'University of Architecture´ di Princeton.

Tra le grandi star della ´Old Hollywood´. Eroe del bene, amato da un vasto pubblico; fisico magro, alto e slanciato, sguardo rassicurante, riconosciuto nel corso della carriera attraverso personaggi ricchi di simbolismi, carichi di autenticità, umanità e fede incrollabile nei valori del popolo americano.

Dopo aver terminato gli studi di architettura entra nella compagnia teatrale del college e subito dopo appare sui palcoscenici di Broadway, dove si esibisce attraverso la compagnia di Carrie Nation. Notato dai produttori cinematografici, nel 1935 è messo sotto contratto dalla M-G-M per quattro anni. Alla scadenza non lo rinnova, poiché richiesto da altri studios come la Fox, RKO e Columbia.

Proprio alla RKO ottiene la consacrazione attraverso la grande interpretazione in Mr. Smith va a Washington (1939 di Frank Capra), che lo proietta nelle alte sfere del pianeta Hollywood.

Dal 1941 al 1946 risulta il primo attore di calibro ad essersi arruolato e impegnato nella Seconda Guerra Mondiale nell'Air Force come pilota; per questo riceve più di una decorazione. Si assenta così dal cinema, ma terminato il conflitto rientra alla grande - pur dividendo le due carriere da attore e militare (sarà nominato generale) - con La vita è meravigliosa (sempre di Frank Capra del 1946) dove esprime con chiarezza il vero senso del sacrificio e, allo stesso tempo, istintiva esternazione del dubbio.

Durante la permanenza nell'aviazione col grado di ufficiale, suo attendente con grado di sergente era Walter Matthau.

Pur rimanendo ancorato alla ´commedia sofisticata´, negli anni '50 la sua filmografia accresce, prima attraverso il western (dove ha sempre indossato lo stesso cappelo per tutti i film interpretati) - nel periodo classico, insieme a John Wayne, Kirk Douglas e Glenn Ford è tra i massimi rappresentanti dei film sulla frontiera - e poi con il giallo hitchockiano. Proprio con Hitchcock è al punto di arrivo; la sua interpretazione in La finestra sul cortile segna definitivamente il suo valore di artista, consacrato ancora una volta come tra i più grandi di Hollywood, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno.

Il fatto di non aver saputo perfezionare la propria dizione, da quella provinciale in una forma corretta, involontariamente si rivela come uno dei mezzi che lo hanno reso ancora più celebre, specialmente nel western, dove gli accenti naturali suscitavano maggiore credibilità nei ruoli da lui interpretati.

Non si è mai legato con lunghi contratti alle case cinematografiche, il suo compenso per ogni film era fisso a 250mila dollari. Per Winchester '73 (1950) la Universal non avendo la somma richiesta propose al suo agente il 50% degli incassi se questi avessero raddoppiato il budget di produzione, ma in caso contrario all'attore non sarebbe andato nulla, neppure un dollaro. Il successo del film fu talmente straripante che Stewart si mise in tasca ben 650mila dollari e dall'anno successivo, per ogni contratto stipulato, si fissò la clausola, oltre ai 250mila fissi, del 10% sugli incassi. Questo nuovo sistema di accordi, fu poi preso a modello da molti altri attori e in alcuni casi anche da registi.

Nel 1950, è interprete di Harvey, da lui stesso impersonato a Broadway nella versione teatrale del 1947.

In Aquila solitaria (1957), film dove interpretava Charles Lindbergh nella celebre trasvolata oltre oceano, James Stewart girò le scene in volo senza controfigure. Sull'aereo, furono applicate sette telecamere per rendere assolutamente reali tutte le emozioni e reazioni provate dal pilota durante il lunghissimo viaggio.

Nel discusso Anatomia di un omicidio (1959, di Otto Preminger), il padre di James Stewart rimase talmente disgustato dal fatto che il figlio avesse accettato quel ruolo, al punto che acquistò dai giornali della sua città uno spazio pubblicitario per esortare il pubblico a non andarlo a vedere.

Gli anni '60 e '70 sono ancora una volta caratterizzati da prove maiuscole anche se l'epoca d'oro inizia lentamente, come per tutti i grandi, ad allontanarsi inesorabilmente. Nel periodo, tra film non certo esaltanti, trova ancora modo di esprimersi da vero gigante in L'uomo che uccise Liberty Vallace, Il grande sentiero, Il volo della Fenice e Il pistolero, questo, recitato in coppia con John Wayne a toccante compendio di una lustra carriera per entrambi.

Mistero assoluto sul perché, nel passaggio televisivo di Il grande sentiero (1964), il personaggio Wyatt Earp, da lui interpretato, è spesso soppresso dal montaggio in tutte le scene dove appare.

In seguito, lavora in alcuni documentari televisivi, programmi di intrattenimento ("The Jimmy Stewart Show") e tv-series ("Hawkins", "North and South II") e nel cinema è presente solo come voce off in diversi film del periodo. Poi, si fa capo di una crociata, insieme ad altri illustri cineasti, contro la colorizzazione delle vecchie pellicole in bianco e nero. Una battaglia tra una formica e un elefante che non ha dato da subito gli esiti sperati, ma ha comunque rallentato il turpe processo di modernizzazione, in seguito annientato da altre iniziative similari.

Nel 1989, a Indiana in Pennsylvania, suo paese natale, a lui è stato intitolato il museo The James Stewart Museum.

Repubblicano e amico Ronald Reagan, lo ha sostenuto nella campagna elettorale per la Casa Bianca nel 1978 e, precedentemente nel 1966, in quella per la carica di governatore della California.

Nel 1999 attraverso un sondaggio, è stato nominato miglior attore classico del XX secolo. E sempre nello stesso anno, l'American Film Institute lo ha classificato terzo migliore star maschile di tutti i tempi, preceduto da Humphrey Bogart e Cary Grant.

Non ha mai sopportato i film di guerra perchè a suo giudizio (e non solo il suo) mai veritieri. Nella sua lunga carriera è comparso soltato due volte in altrettanti war-movie: nel 1955 in Aquile nell'infinito e nel 1960 per Tempesta sulla Cina.

Competente anche nella musica. Amava particolarmente il jazz e il blues e suonava perfettamente il pianoforte, anche se lo strumento preferito era la fisarmonica.

La sua interpretazione in La vita è meravigliosa (1939) è stata votata, nel 2006 dal celebre Premiere Magazine, come ottava migliore prestazione su cento della storia del cinema e sempre nella stessa classifica appare al trentesimo posto anche per La donna che visse due volte (1958). Al primo posto si è classificato Peter O'Toole per la prova fornita in Lawrence d'Arabia (1962).

È morto il giorno dopo la scomparsa di Robert Mitchum. Al suo funerale, presenti oltre 3000 persone.

Sposato all'attrice ed ex modella Gloria Hatrick McLean (due figlie gemelle, Kelly e Judy); matrimonio intenso, basato sul principio della fedeltà (caso unico nella storia delle grandi star) e conclusosi con la morte di lei, per cancro nel 1994. Per James Stewart fu un colpo talmente grande che entrò in fase acuta depressiva e per circa tre anni si chiuse in se stesso attendendo la morte, sopraggiunta per arresto respiratorio a seguito di complicazioni derivate da problemi di salute tra cui malattie cardiache, cancro della pelle, sordità e senilità con derivazioni alzheimer.

Prima del matrimonio, ha comunque collezionato un gran numero di relazioni sentimentali, più o meno brevi, con amanti, quasi tutte attrici, molte di grido: Katharine Hepburn, Norma Shearer, Joan Crawford, Lana Turner, Marlene Dietrich, Barbara Stanwyck, Rita Hayworth, Claudette Colbert, Ginger Rogers, Myrna Loy, Jean Harlow, Hedy Lamarr, Yvonne De Carlo, Loretta Young, Dorothy Lamour, Janet Gaynor, Ilona Massey, Carole Lombard, Simone Simon, Virginia Bruce, Shirley Ross, Phyllis Brooks, Anita Colby, Margaret Sullavan, Dorothy Ford, Mitzi Green, Ellen Ross, Dolores Moran, Eleanor Powell, Rosalind Russell, Kay Aldridge, Wendy Barrie, Myrna Dell, Mary Beth Hughes, Martha Vickers, con entrambe le sorelle Olivia de Havilland e Joan Fontaine; inoltre, con la cantante Dinah Shore, la pattinatrice artistica su ghiaccio Sonja Henie e in ultimo, rimasto vedovo e anziano, con la campionessa olimpica di tiro con l'arco Denise Parker, relazione più che altro di compagnia.

Ha detto: - "Delle volte non so come comportarmi, ma sicuramente so come reagire".

Hanno detto di lui: - "Una persona del suo calibro non puoi certo incontrarla in un punto qualsiasi del mondo". (Woody Strode).




La sua migliore interpretazione
Mr. Smith va a Washington
Il suo film più famoso
La finestra sul cortile
La sua peggiore performance
Prendila, è mia








OSCAR
Scandalo a Filadelfia

NOMINATION ALL'OSCAR
Mr. Smith va a Washington
La vita è meravigliosa
Harvey
Anatomia di un omicidio
Oscar alla carriera (1985)


GOLDEN GLOBES (USA)
Harvey (nomination)
Mr. Hobbs va in vacanza (nomination)
Premio Cecil B. DeMille (1965)


BAFTA (ING)
La storia di Glenn Miller (nomination)
Anatomia di un omicidio (nomination)


FESTIVAL DI BERLINO (GER)
Mr. Hobbs va in vacanza Orso d'oro alla carriera (1982)

FESTIVAL DI VENEZIA (ITA)
Anatomia di un omicidio (Coppa Volpi)










comments powered by Disqus


Top Star - Home