Sfida infernale
(1946, My Darling Clementine)
Violenza
(1947, The Gangster)
Trasportato per ferrovia
(1947, Railroaded!)
Schiavo della furia
(1948, Raw Deal)
Fiume rosso
(1948, Red River)
Giovanna d'Arco
(1948, Joan of Arc)
Io non t'inganno, t'amo!
(1948, I Love Trouble)
Ho ucciso Jess il bandito
(1949, I Shot Jesse James)
Anna Lucasta
(1949)
Tutti gli uomini del re
(1949, All the King's Men)
La valle della vendetta
Vengeance Valley (1951)
La montagna dei sette falchi
(1951, Red Mountain)
La jena del Missouri
(1951, The Bushwhackers)
I pirati della Croce del Sud
(1951, Hurricane Smith)
Il 49º uomo
(1953, The 49th Man)
L'età della violenza
(1954, The Good Die Young)
I pionieri della California
(1954, Southwest Passage)
Sfida all'O.K. Corral
(1957, Gunfight at the O.K. Corral)
Ape regina
(1955, Queen Bee)
Il dominatore di Chicago
(1958, Party Girl)
Spartacus
(1960)
55 giorni a Pechino
(1963, 55 Days at Peking)
La caduta dell'impero romano
(1964, The Fall of the Roman Empire)
Gli occhi degli altri
(1965, I Saw What You Did)
Marlowe, il poliziotto privato
(1975, Farewell, My Lovely)
Il massacro della Guyana
(1979, Guyana: Crime of the Century)








NOMINATION ALL'OSCAR
Tutti gli uomini del re
(non protagonista)



Web Page



Il suo nome completo era John Benjamin Ireland. Attore canadese naturalizzato americano, attivo nel cinema per ben 50 anni, dal suo esordio nel 1945 fino al 1992, anno del suo ultimo film per il grande schermo, dopo aver spaziato anche in televisione per oltre 30 anni. Di corporatura atletica, già campione professionista di nuoto, alto 1.86, espressione arcigna, fa il suo ingresso nel mondo artistico a New York, dove interpreta in teatro, a Broadway, diverse trasposizioni shakespeariane. Il passo verso il cinema è breve; dopo l'esordio da comprimario nel bellico Salerno ora X di Lewis Milestone, nel 1946 è scelto da John Ford per il western Sfida infernale e in seguito da Howard Hawsk per il ruolo del cattivo pistolero, al fianco di John Wayne e Montgomery Clift, in Fiume Rosso (1948). Nel mezzo, si destreggia abilmente nel noir (Violenza, Schiavo della furia) e anche nel genere storico in costume (Giovanna d'Arco). Nel 1949 riceve la nomination all'Oscar per la superba interpretazione, di spalla a Broderick Crawford, nel pluripremiato Tutti gli uomini del re di Robert Rossen. Negli anni ´50 e ´60 è presente in film di successo come L'età della violenza, Sfida all'O.K. Corral (rifacimento di Sfida infernale) e Il dominatore di Chicago; ma anche in film kolossal di prestigio (Spartacus, 55 giorni a Pechino, La caduta dell'impero romano) riesce a districarsi abilmente, seppur i ruoli interpretati appaiono sempre più secondari. Dalla metà degli anni ´50 è assiduo in produzioni televisive pur continuando a recitare anche nel cinema. Sul finire degli anni ´60, Hollywood non gli concede più lo spazio che merita e l'attore preferisce avventurarsi nel cinema europeo, in special modo italiano, svelenendo il proprio prestigio a servizio di produzioni bieche e dai titoli terribili; dagli spaghetti western tipo T´ammazzo! - Raccomandati a Dio, Una pistola per cento bare, Quanto costa morire a film di carattere sessuale come Femmine insaziabili, Una sull'altra, fino al pornografico Salon Kitty di Tinto Brass. Nel 1976 coglie al volo l'occasione del grande ritorno nel cinema americano ed è notevole interprete nel famoso poliziesco Marlowe, il poliziotto privato con Robert Mitchum. È una delle sue ultime prove di valore, chiuse quattro anni dopo con Il massacro della Guyana. Muore di leucemia nel 1992, appena terminato il suo ultimo film, Scomparsi nel tempo. Durante la lunghissima carriera è stato tre volte regista: per il western Il territorio dei fuorilegge (1953) da lui stesso interpretato, il crime The Fast and the Furious (1955) e, non accreditato, per l'horror italiano Lo strangolatore di Vienna (1971), ufficialmente diretto da Guido Zurli. Sposato tre volte con due divorzi: primo matrimonio con Elaine Sheldon Rosen (due figli, John II e Peter, attore), poi con l'attrice Joanne Dru e infine con Daphne Myrick Cameron (un figlia, Daphne). Prima, dopo o durante i primi due matrimoni, ha intercorso relazioni sentimentali con le attrici Shelley Winters, Barbara Payton, Jennifer Holden, Tuesday Weld, Sue Lyon, Corinne Calvet, Bella Darvi, Linda Christian e Joan Crawford.








comments powered by Disqus


Top Star - Home