Il giuramento dei forzati
(1944, Passage to Marseille)
Acque scure
(1944, Dark Waters)
Hi, Beautiful
(1944)
L'ora di New York
(1945, The Clock)
Anime in delirio
(1947, Possessed)
Gianni e Pinotto a Hollywood
(1945, Bud Abbott and Lou Costello in Hollywood)
Curley
(1947)
Fuga nel tempo
(1948, Enchantment)
La valle lunga
(1949, The Red Pony)
La colpa della signora Hunt
(1949, Song of Surrender)
Roba da matti
(1950, The Good Humor Man)
Il sentiero degli Apaches
(1950, California Passage)
Quo Vadis
(1951)
I figli dei moschettieri
(1952, At Sword's Point)








GOLDEN GLOBES
L'ingenua maliziosa



Web Page



Il suo vero nome era Gerald Richard Perreau-Saussine. Caratterista americano, tra i tanti 'bimbi prodigio' di Hollywood non pienamente espressi, fratello maggiore delle poco fortunate attrici Lauren Perreau, Janine Perreau e Gigi Perreau. Espressivo, sguardo vispo, dai modi brillanti, nasce a Tokyo in Giappone, durante la permanenza in Oriente della famiglia per lavoro. Negli USA a due anni, cresce a Los Angeles e studia presso la Scuola Cattolica di Beverly Hills e sempre a Los Angeles si laurea alla Loyola High School. Grazie alla sua fotogenia, nel 1944, a sei anni, dopo vari provini, è scelto dal produttore Hal B. Wallis della Warner Bros., che gli assegna il ruolo del figlio di Humphrey Bogart nel dramma bellico Il giuramento dei forzati. È l'inizio di una breve ma intensa carriera cinematografica, durata soltanto otto anni, prolifica di generi per film di medio-alto successo. Appare in sordina nei noir Acque scure e Anime in delirio, poi offre prova bizzarra nella commedia Curley e un'altra, incisiva, nel western La valle lunga. Nel 1950, in Roba da matti, con cappellino e maglietta da eroe dei fumetti, diventa icona della spensieratezza appartenente agli adolescenti americani del periodo post bellico. L'anno successivo, nel ruolo del piccolo cristiano Nazario, si ritaglia una parte di rilievo nel magniloquente kolossal religioso Quo Vadis. Interpreta il suo ultimo film nel 1952, I figli dei moschettieri, avventura in costume dove interpreta la parte del giovanissimo Re Luigi XIV. A 14 anni, abbandona il grande schermo per dedicarsi alla televisione, attivo in numerosi tv-series fino al 1960, quando 22enne, un pò deluso dal sistema, ma soprattutto perché spinto verso altre soluzioni lavorative, lascia definitivamente le scene artistiche. La sua maggiore attività diventa quella di insegnante nei licei, poi in età adulta, sotto pseudo di Richard Miles, si dedica alla scrittura, autore di diversi romanzi, dei quali un paio, adattati per il cinema: 'That Cold Day in the Park' per Quel freddo giorno nel parco (1969) e 'They Saved Hitler's Brain' per l'analogo, pessimo, tv-movie (1968) da lui stesso sceneggiato. Gestisce una galleria d'arte a Los Angeles, assieme alla sorella Gigi. Malato di cancro, muore nel 2002. Non si è mai sposato.








comments powered by Disqus


Top Star - Home