La nostra città
(1940, Our Town)
Quelli della Virginia
(1940, The Howards of Virginia)
Terra nera
(1943, In Old Oklahoma)
Ore disperate
(1955, The Desperate Hours)
I Dieci Comandamenti
(1956, The Ten Commandments)
Sayonara
(1957)
Ben-Hur
(1959)
Airport 75
(1974, Airport 1975)
Due vite una svolta
(1977, The Turning Point)








NOMINATION ALL'OSCAR
La nostra città



Web Page



Il suo nome completo era Martha Ellen Scott. Attrice di talento proveniente dal teatro, che poco ha dato al cinema rispetto a quanto offerto in una lunghissima carriera televisiva. Portata al genere drammatico, solida figura di donna risoluta e convinta delle proprie azioni, non propriamente una grande bellezza ma dotata di aspetto elegante, è spesso usata, nel cinema, ma anche in TV, per ruoli energici perfettamente calzanti alla sua immagine. Data di nascita incerta, tra il 1912 e il 1914, studia alla University of Michigam e inizia a lavorare in radio, come presentatrice di programmi d'intrattenimento. Perfeziona le proprie conoscenze artistiche e nel 1938 ottiene un grandissimo quanto inatteso successo a Broadway, nella rappresentazione teatrale di Thornton Wilder, 'Our Town'. Il trionfo è di così enorme dimensione, che Hollywood decide, nel 1940, di tradurre per il grande schermo la piéce broadwayana, servendosi della stessa Martha Scott che così compie il suo esordio nel cinema conquistando subito, per il ruolo interpretato in questo film, la sua unica nomination all'Oscar. Ma già nell'anno precedente, il produttore David O'Selzick, a seguito dell'eco derivato dal teatro, gli mette gli occhi addosso al punto di sceglierla personalmente per farle interpretare il ruolo di Melaine in Via col vento, parte poi andata alla più esperta Olivia De Havilland. In nove anni è attrice in altrettanti film che variano tra il western e la commedia; poi, dal 1950 passa alla televisione, sua vera fonte professionale, ma continua ugualmente la carriera cinematografica, seppur saltuariamente tuttavia sempre presente in film prestigiosi. Dopo il noir Ore disperate del 1955, è chiamata in due kolossal di successo internazionale, I Dieci Comandamenti (1956) e Ben-Hur (1959) e in entrambi i film interpreta il ruolo della madre, sia di Mosé per il primo, che di Ben Hur per l'altro; curiosamente, ambedue le volte il figlio è impersonato da Charlton Heston. Continua a lavorare in televisione ('Dallas', 'La donna bionica') e solo dopo 15 anni ricompare al cinema, prima nel catastrofico Airport 75 (1974) e in seguito in Due vite una svolta (1977). Cessa l'attività nel 1990. Sposata due volte con un divorzio; inizialmente con il produttore radiofonico Carlton Alsop (un figlio, Carlton); dopo la separazione si unisce con il musicista Mel Powell (due figlie, Mary e Kathleen).







Top Star - Home