Mentre la città dorme
(1950, The Sleeping City)
Attente ai marinai
(1952, Sailor Beware)
Il caporale Sam
(1952, Jumping Jacks)
La ribelle del West
(1953, The Redhead from Wyoming)
Stalag 17
(1953)
I ponti di Toko Ri
(1954, The Bridges at Toko-Ri)
L'uomo dal braccio d'oro
(1955, The Man with the Golden Arm)
Quando la moglie è in vacanza
(1955, The Seven Year Itch)
Prima linea
(1956, Attack)
La vita di un gangster
(1958, I Mobster)
Faccia di bronzo
(1961, The Last Time I Saw Archie)
Testa o croce
(1961, The George Raft Story)
Cento ragazze e un marinaio
(1962, Girls! Girls! Girls!)
Quel certo non so che
(1963, The Thrill of It All)
Letti separati
(1963, The Wheeler Dealers)
Duello a Thunder Rock
(1964, Stage to Thunder Rock)
Quello strano sentimento
(1965, That Funny Feeling)
I disertori di Fort Utah
(1967, Fort Utah)
The Noah
(1975)








NOMINATION ALL'OSCAR
Stalag 17
(non protagonista)



Blog Page



Caratterista americano di scuola teatrale, attivo anche in televisione nella seconda parte della carriera, ricca di titoli famosi e ruoli decisivi rimasti impressi nella memoria del cinefilo più attento. Alto, fisico massiccio, voce roca, duttile in ogni genere di film, capace di misurarsi da eccellente comico nella commedia, per passare a personaggi arcigni e pericolosi in drammi, western e thriller. Dopo gli studi alla High School di New York City, sua città natale, si presta ad ogni tipo di lavoro, fin quando il padre, scenografo a Broadway, lo indirizza verso le scene artistiche. Dopo aver preso lezioni di recitazione, debutta sul palco newyorkese nel 1929 in 'La dodicesima notte' ('Twelfth Night') e l'anno successivo si ripresenta nel 'Macbeth', entrambi i play tratti da opere di William Shakespeare. Grazie al suo timbro di voce, trova lavoro anche in radio, negli anni '30 nella soap-radio "Mrs. Wiggs of the Cabbage Patch", tratta dal film omonimo del 1934 di Norman Taurog. Nel 1942, fa il suo esordio nel cinema, in un ruolo secondario per il dramma Native Land, ma per l'affermazione definitiva sul grande schermo deve attendere ancora diversi anni. Continua a lavorare a Broadway e tra il 1950 e il 1952 riceve consensi per le interpretazioni di 'Detective Story' e 'Stalag 17'. Nel frattempo, sotto contratto alla Paramount, si esercita in alcuni film e nel 1953, riprende il personaggio teatrale interpretato in Stalag 17 per il rifacimento cinematografico di Billy Wilder, che gli vale la nomination all'Oscar. Lavora in commedie con Jerry Lewis e appare al fianco di William Holden in diversi film. Presente in lavori di successo, L'uomo dal braccio d'oro, Quando la moglie è in vacanza, si ripete anche negli anni '60, attivo soprattutto in commedie, Quel certo non so che, Letti separati, Quello strano sentimento; interpreta un paio di b-western, Duello a Thunder Rock, I disertori di Fort Utah, quindi volge l'attività di attore quasi esclusivamente alla televisione, presente in un gran numero di tv-series, con successo personale in 26 puntate del serial "Mona McCluskey", dove agisce nella parte del Sergente Stan Gruzewsky. Torna al cinema nel 1971, nel pessimo Dagmars Heta Trosor, comedy al limite del pornografico e nel 1975 interpreta il suo ultimo film, The Noah. Per curioso destino, dopo una vita trascorsa ad impersonare figure di supporto, soltanto in questi ultimi due film trova altrettanti ruoli da protagonista. Muore a 61 anni, per ictus, nel 1975. Sposato due volte con un divorzio: primo matrimonio con l'attrice teatrale Audrey Bratty (tre figli, Deena, David e Deja), poi con Virginia Deeb.








comments powered by Disqus


Top Star - Home