An Unseen Enemy
(1912)
A Cry for Help
(1912)
Gold and Glitter
(1912)
In the Aisles of the Wild
(1912)
My Baby
(1912)
The Burglar's Dilemma
(1912)
The Informer
(1912)
The Musketeers of Pig Alley
(1912)
The New York Hat
(1912)
The One She Loved
(1912)
The Painted Lady
(1912)
Two Daughters of Eve
(1912)
A Misunderstood Boy
(1913)
A Modest Hero
(1913)
A Timely Interception
(1913)
A Woman in the Ultimate
(1913)
An Indian's Loyalty
(1913)
During the Round-Up
(1913)
Just Gold
(1913)
Madonna of the Storm
(1913)
Oil and Water
(1913)
So Runs the Way
(1913)
The House of Darkness
(1913)
The Lady and the Mouse
(1913)
The Left-Handed Man
(1913)
The Mothering Heart
(1913)
The Unwelcome Guest
(1913)
A Duel for Love
(1914)
Home, Sweet Home
(1914)
Judith of Bethulia
(1914)
Lord Chumley
(1914)
The Battle at Elderbush Gulch
(1914)
The Hunchback
(1914)
The Quicksands
(1914)
The Sisters
(1914)
The Tear That Burned
(1914)
Donna che ama
(1914, The Battle of the Sexes)
La ribellione di Kitty Belle
(1914, The Rebellion of Kitty Belle)
Captain Macklin
(1915)
Enoch Arden
(1915)
The Lily and the Rose
(1915)
The Lost House
(1915)
La nascita di una nazione
(1915, The Birth of a Nation)
An Innocent Magdalene
(1916)
Daphne and the Pirate
(1916)
Diane of the Follies
(1916)
Intolerance
(1916)
Sold for Marriage
(1916)
The Children Pay
(1916)
The House Built Upon Sand
(1916)
Souls Triumphant
(1917)
The Great Love
(1918)
The Greatest Thing in Life
(1918)
Cuori del mondo
(1918, Hearts of the World - non accreditata)
A Romance of Happy Valley
(1919)
The Greatest Question
(1919)
True Heart Susie
(1919)
Giglio infranto
(1919, Broken Blossoms)
Agonia sui ghiacci
(1920, Way Down East)
Le due orfanelle
(1921, Orphans of the Storm)
The White Sister
(1923)
Romola
(1924)
Ben-Hur
(1925 - non accreditata)
La Boheme
(1926)
La lettera rossa
(1926, The Scarlet Letter)
Annie Laurie
(1927)
The Enemy
(1927)
Il vento
(1928, The Wind)
Notte romantica
(1930, One Romantic Night)
Uragano all'alba
(1942, Commandos Strike at Dawn)
Il capo famiglia
(1943, Top Man)
Miss Susie Slagle's
(1946)
Duello al sole
(1946, Duel in the Sun)
Il ritratto di Jennie
(1948, Portrait of Jennie)
La tela del ragno
(1955, The Cobweb)
La morte corre sul fiume
(1955, The Night of the Hunter)
Ordine di uccidere
(1958, Orders to Kill)
Gli inesorabili
(1960, The Unforgiven)
I ragazzi di Camp Siddons
(1966, Follow Me, Boys!)
I commedianti
(1967, The Comedians)
Agente 4K2 chiede aiuto
(1967, Warning Shot)
Un matrimonio
(1978, A Wedding)
Hambone and Hillie
(1984)
Sweet liberty - La dolce indipendenza
(1986, Sweet Liberty)
Le balene d'agosto
(1987, The Whales of August)




(da Le due orfanelle - 1921)




OFFICIAL SITE



Il suo vero nome era Lillian Diana De Guiche.

Studi e formazione: 'Ursuline Academy' di East St. Louis.

Unanimamente riconosciuta la First Lady del cinema internazionale. Attrice del cinema muto e sonoro che detiene il record assoluto di longevità artistica, con ben 75 anni di carriera sul grande shermo, dal 1912 al 1987.

Molti dubbi sull'esatto anno della sua nascita. Molti sostengono sia stato il 1888, altri il 1896, ma la data riportata dalle è il 1893.

Figlia d'arte, è avviata alle scene sin da bambina dalla madre, Maria, interprete in teatro; con lei, sua sorella Dorothy, anch'essa attrice ma nella carriera mai ai suoi livelli.

Nel 1902, a nove anni debutta in teatro a Rising Sun, nell'Ohio, in 'The Little Red Schoolhouse' e l'anno seguente è in tournée con la sorella Dorothy, per la pièce 'Her First False Step'.

A 16 anni entra nel cinema, alla Biograph Company, insieme a Mary Pickford, dopo essere stata scoperta da Gladys Smith.

Ha lavorato moltissimo nel muto. Fu l'attrice preferita del regista più considerato del momento, D.W. Griffith, da lui diretta in ben 38 film.

Per il senso realistico della recitazione e per le sue capacità, fu accostata alle grandi del teatro come Eleonora Duse e Sarah Bernhardt.

Negli anni venti è edificata come l'eroina romantico-vittoriana. Appartata, mai disponibile per la cronaca rosa, attraverso una condotta di vita alquanto riservata, si è distinta e molto da altre dive del momento.

Nel 1925 passa alla MGM; ma dagli anni trenta, con l'avvento del sonoro non riesce ad adeguarsi al cinema parlato ed entra in crisi. Dopo 12 anni di sosta forzata (passati prevalentemente nel teatro broadwayano) ritorna prepotentemente alla ribalta e con gran successo, anche se in ruoli non più di primo piano ma di supporto, come nel caso del superwestern Duello al sole (1946), dove è nominata all'Oscar come miglior attrice non protagonista.

Era lei a decidere le inquadrature nelle scene d'amore. A nessuno era concesso di sfiorargli le labbra. Celebre il duetto con John Gilbert in La Boheme (1926): oltre 50 battute di ciak rimandate in diversi giorni, per la sequenza del bacio di soli 3 secondi.

In Cuori del mondo, film muto del 1918 da lei interpretato senza accredito, in una scena cruenta, la Gish è frustata violentemente da una comparsa interprete del ruolo di uno spietato aguzzino (probabilmente anche nella vita) e i colpi ricevuti erano talmente reali che portò i segni sulla schiena per oltre un mese. Il regista D. W. Griffith, seccato per l'accaduto ma soddisfatto per il verismo della sequenza, decise di inserirla ugualmente nel film.

Nel 1920, prima dell'inizio delle riprese di Agonia sui ghiacci, letto il copione, la Gish stipula una polizza di assicurazione del valore iperbolico per il tempo, di 1 milione di dollari, per tutelarsi in caso di incidenti durante la lavorazione del film. Ben presto, il cast al gran completo si mise in fila per effettuare analoga operazione, ma i responsabili dell'assicurazione negarono a tutti questa possibilità, dopo aver appreso in quali condizioni metereologiche disagiate (a temperature sotto lo zero per tre settimane) avrebbe lavorato l'intera troupe. Subito dopo, funzionari dell'assicurazione totalmente terrorizzati, tentarono in ogni modo, ma invano, di rescindere la polizza con la Gish.

Nel 1969 ha scritto e pubblicato un'autobiografia, "The Movies, Mr. Griffith and Me", dove racconta il suo intenso rapporto con il famoso regista del muto D. W. Griffith.

Cattolica conservatrice e politicamente republicana, incontrò di persona Benito Mussolini, uno dei suoi idoli preferiti nei primi anni '30.

Gli ultimi anni li ha passati dedicando il suo tempo ad una fondazione per la tutela dei film muti dalla distruzione e, soprattutto dalla dimenticanza.

Muore a 99 anni per cause naturali, ma al momento del decesso poteva averne 104. Tredici anni prima era comparsa sullo schermo nell'ultimo suo film, Le balene d'agosto; lei, ottantottenne (ma forse novantatrenne) al fianco di Bette Davis, che ne aveva compiti 80 da poco.

Vera istituzione e mito del cinema americano, ogni anno alla ricorrenza della nascita, vengono proiettati nelle più importanti sale cinematografiche USA e per una settimana di fila, i suoi film migliori e anche quelli poco conosciuti.

Non si è mai sposata, ma nella vita è stata compagna del critico letterario George Jean Nathan e in seguito del giudice federale Charles Holland Duell.

Ha detto: - "Nella vita, per ottenere qualcosa devi usare le maniere forti, ma non sempre riesci nell'intento. Al contrario, se usi quelle buone, sicuramente ottieni tutto ciò che vuoi".




La sua migliore interpretazione
Le due orfanelle
Il suo film più famoso
La nascita di una nazione
La sua peggiore performance
Agente 4K2 chiede aiuto










OSCAR
Oscar alla carriera (1971)

NOMINATION ALL'OSCAR
Duello al sole (non protagonista)

GOLDEN GLOBES (USA)
I commedianti (nomination)










comments powered by Disqus


Top Star - Home