The Eleventh Commandment
(1913)
La ragazza di Boemia
(1922, The Bohemian Girl)
Il duca di ferro
(1934, The Iron Duke)
Rebecca, la prima moglie
(1940, Rebecca)
Il grande ammiraglio
(1941, That Hamilton Woman)
The Black Cat
(1941)
Sono un disertore
(1942, This Above All)
Perdutamente tua
(1942, Now, Voyager)
Per sempre e un giorno ancora
(1943, Forever and a Day)
Bernadette
(1943, The Song of Bernadette)
La signora Parkington
(1944, Mrs. Parkington)
Le bianche scogliere di Dover
(1944, The White Cliffs of Dover)
La valle del destino
(1945, The Valley of Decision)
Anni verdi
(1946, The Green Years)
The Cockeyed Miracle
(1946)
La moglie del vescovo
(1947, The Bishop's Wife)
La lunga attesa
(1948, Homecoming)
Il pirata
(1948, The Pirate)
Madame Bovary
(1949)
Il giardino segreto
(1949, The Secret Garden)
La campana del convento
(1951, Thunder on the Hill)
I figli dei moschettieri
(1952, At Sword's Point)
Tavole separate
(1958, Separate Tables)
I cinque volti dell'assassino
(1963, The List of Adrian Messenger)
My Fair Lady
(1964)








NOMINATION ALL'OSCAR
Perdutamente tua
(non protagonista)
Bernadette
(non protagonista)
My Fair Lady
(non protagonista)



Dedicated Site



Il suo nome completo era Gladys Constance Cooper. Attrice e caratterista inglese di trentennale carriera nel cinema americano, dall'inizio degli anni '40 al termine del decennio '60. Di grande bellezza, figlia di un giornalista, a soli 12 è modella fotografica e a 16, durante gli studi al Chiswick Convent, appare come mimo sui palcoscenici londinesi per poi trasformarsi, durante la Prima Guerra Mondiale, ragazza pin-up per i soldati al fronte. Scoperta da Seymour Hicks che la fa esordire in 'The Belle of Mayfair', ottiene grande popolarità nella commedia di Oscar Wilde 'The Importance of Being Ernest' ('L'importanza di chiamarsi Ernesto') e per 20 anni domina al London Playhouse Theatre, anche da dirigente organizzativo oltre che da attrice, applaudita per 'Home and Beauty', 'The Second Mrs. Tanqueray' e 'The Letter'. Fa la prima apparizione nel cinema inglese in The Eleventh Commandment (1913) cui seguono altre performance per film minori. Nel 1934 è a Broadway per la replica newyorkese di 'The Shining Hour' e nel 1938 riceve ovazioni per il 'Macbeth'. Notata da Hollywood, nel 1940 è scelta da Alfred Hitchcock per una parte minore, sorella di Laurence Olivier, nel cupo Rebecca, la prima moglie. Lo stesso Olivier la esige in patria l'anno seguente, nella produzione inglese de Il grande ammiraglio, ma la carriera dell'attrice è ormai consolidata nel cinema americano. Nel 1942 ottiene la prima delle sue tre totali nomination all'Oscar per l'ottima interpretazione in Perdutamente tua e nel 1944 replica successo e nomina per il ruolo della suora rosa dall'invidia in Bernadette. Ormai attestata come caratterista di sicuro valore, capace sullo schermo di esprimersi in ruoli distinti dal carattere esemplificativo tipico della rispettabilità britannica, nel periodo sa farsi valere in film di medio e buon successo, quali La signora Parkington, Le bianche scogliere di Dover, La valle del destino, La moglie del vescovo, Madame Bovary e Il pirata. Dall'inizio degli anni '50 appronta alla televisione, celebre nel tv-series "The Rouge" (1964), vincitrice dell'Emmy Awards per "Gli inafferrabili" (1964) e torna al teatro, nominata per due volte al Tony Award per le figurazioni a Broadway di 'The Chalk Garde' (1956) e 'A Passage to India' (1962). Ultime grandi stoccate nel cinema in Tavole separate (1958) e My Fair Lady (1964), terza nomination all'Oscar. Nel 1953 scrive l'autobiografia 'Without Veils' e nel 1967 è nominata dalla Regina Elisabetta II Gran Dama dell'Impero Britannico. Muore di polmonite, durante la lavorazione del primo episodio di "Attenti a quei due", un mese esatto prima del suo 83º compleanno. Vita affettiva caratterizzata da tre matrimoni e due divorzi: inizialmente con il Capitano della Guardia Reale Herbert Buckmaster (due figli, Joan e John, entrambi attori), poi con lo scrittore e poeta Sir Neville Pearson (una figlia, Sally, costumista) e infine con l'attore Philip Merivale (un figlio, John, attore, partorito a 50 anni).







Top Star - Home