The Scarlet Runner
(1916)
Lo sceicco
(1921, The Sheik)
I tre moschettieri
(1921, The Three Musketeers)
La gitana
(1923, The Spanish Dancer)
La donna di Parigi
(1923, A Woman of Paris: A Drama of Fate)
The Spanish Dancer
(1923)
La zarina
(1924, Forbidden Paradise)
The Swan
(1925)
La duchessa e il cameriere
(1926, The Grand Duchess and the Waiter)
Serenade
(1927)
Marocco
(1930)
Prima pagina
(1931, The Front Page)
Addio alle armi
(1932, A Farewell to Arms)
The Night Club Lady
(1932)
Proibito
(1932, Forbidden)
La via lattea
(1936, The Milky Way)
Radiofollie
(1936, Sing, Baby, Sing)
Palcoscenico
(1937, Stage Door)
È nata una stella
(1937, A Star Is Born)
Passione
(1939, Golden Boy)
Femmina
(1947, Mr. District Attorney)
I trafficanti
(1947, The Hucksters)
Lo stato dell'unione
(1948, State of the Union)
Ho incontrato l'amore
(1949, Dancing in the Dark)
Indianapolis
(1950, To Please a Lady)
Il grande bersaglio
(1951, The Tall Target)
Il cacciatore del Missouri
Missouri (1951, Across the Wide)
Nessuno mi salverà
(1952, The Sniper)
Salto mortale
(1953, Man on a Tightrope)
Un turbine di gioia
(1956, Bundle of Joy)
Orizzonti di gloria
(1957, Paths of Glory)
Il segreto di Pollyanna
(1960, Pollyanna)








NOMINATION ALL'OSCAR
Prima pagina



Web Page



Il suo nome completo era Adolphe Jean Menjou. Attore americano di origine francese, eccellente protagonista e caratterista del cinema muto, poi nel sonoro, per oltre 30 anni considerato il latin lover europeo, quasi emblema della seduzione e del tradimento in chiave sentimentale. Impeccabile personaggio, per anni conosciuto a Hollywood come uno degli uomini più eleganti del mondo, possessore di un guardaroba personale con oltre 2500 capi di abbigliamento. Alto, baffi neri cerati, portamento da gran signore, ha ricoperto i ruoli pił svariati in suntuose produzioni americane, per lo più in parti di disinvolto uomo di mondo per innumerevoli commedie sofisticate e salottiere. Di gran cultura, studia alla Military Academy di Culver, nell'Indiana, alla Cornell University di Ithaca, nella contea di New York e ingegneria alla Rutgers University di Piscataway, nel New Jersey. Si affaccia nel mondo artistico attraverso spettacoli vaudeville e nel 1914 debutta nel cinema in The Man Behind the Door. Partecipa attivamente alla Prima Guerra Mondiale, capitano medico, e al termine del conflitto riprende l'attività di attore, interprete per diversi anni in film commerciali, sempre in parti secondarie, fino al 1921, quando ottiene il ruolo di Re Luigi XIII nella versione silent de I tre moschettieri e successivamente appare al fianco di Rodolfo Valentino nell'esotico Lo sceicco. Dopo l'eccellente prova di spalla a Pola Negri in La gitana (1923), Charlie Chaplin lo dirige in La donna di Parigi (1923), film che lo lancia definitivamente tra le star che contano. Sotto la regia di Ernst Lubitsch, è Cancelliere in La zarina (1924); brilla in La duchessa e il cameriere (1926) e in Serenade (1927), poi, con l'avvento del sonoro è nel cast di Marocco (1930) e nel successivo Prima pagina (1931), nominato all'Oscar da protagonista, si rivela perfetto nel ruolo del cinico reporter. Nel mega-bellico Addio alle armi (1931) di Lewis Milestone, riceve consensi per la maiuscola prova del personaggio militare italiano tormentato dall'amore per una crocerossina e in Proibito (1932), è perfetto come sprezzante uomo d'affari. In seguito, dopo vari film ordinati tra il medio e il mediocre, riesce a tagliarsi ruoli congeniti alla sua natura di attore, come nei casi di Radiofollie (1936), nella parte dell'attore perennemente ubriaco, Palcoscenico (1937), imprenditore teatrale, nel musical È nata una stella (1937), produttore di spettacoli, in Passione (1939), manager nel mondo del pugilato. Negli anni '40, riscuote applausi per il broadcast "Morning Glory" alla Lux Radio Theater e dopo aver interpretato una serie di film certamente non eccelsi, si fa valere come agente pubblicitario in I trafficanti (1947), politico in Lo stato dell'Unione (1948) ed esploratore nel western Il cacciatore del Missouri (1951). Repubblicano convinto, è sul banco degli accusatori durante l'era maccartista, dove collabora con gli inquisitori e fa i nomi di colleghi simpatizzanti comunisti. Nel decennio si dedica alla televisione, special modo nel tv-series "Your Favorite Story" e nel 1957 interpreta il cinico generale francese in Orizzonti di gloria di Stalney Kubrick, apologo contro tutte le guerre. Ultimo film nel 1962, Il segreto di Pollyanna; poi ultimo sprazzo in televisione in una puntata del series "The DuPont Show with June Allyson". Muore di epatite nel 1963, a 74 anni. Nel 1947, ha scritto un'autobiografia 'It Took Nine Tailors'. Sposato tre volte con due divorzi: prima unione con Katherine Conn Tinsley, poi con le attrici Kathryn Carver e Verree Teasdale (un figlio adottato, Peter).








comments powered by Disqus


Top Star - Home